Cronaca — 3 giugno 2013 19:49

Allarmi alimentari: la pericolosissima Farina 00, ecco la vera “polvere bianca” letale

Di

Manco fossimo Studio Aperto, pronto a infilarvi l’ennesimo psicodramma tra le zizze della Ferilli e il piccolo cucciolo di koala, ecco tornare a occuparci di “cibi che presumibilmente vi condurranno a una prematura morte”. Ok, toccatevi le balle e cominciate a leggere.

Sotto accusa questa volta ci sarebbe la Farina 00. Quella soffice e vellutata polvere bianca, chiusa in rassicurante sacchetto blu, che mangiate di continuo praticamente dovunque: torte, biscotti, pane, pizza, ecc.
Secondo il professor Franco Berrino, ex direttore del Dipartimento di medicina predittiva e per la prevenzione dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, la farina 00 concorrerebbe a un indebolimento dell’organismo con conseguente pericolo di beccarsi molto facilmente qualche malattia.
Ricchissima di zuccheri ma povera di fibre, vitamine e amminoacidi, la farina 00 provocherebbe aumento di glicemia e insulina, del grasso corporeo e un graduale ma costante indebolimento delle barriere immunitarie. Una vera bomba. Come fare allora per evitare la morte per mezzo di una torta alle mele?

Dovremmo comprare grano biologico e macinarcelo in casa. E già che ci siamo piantiamo dei pomodori nell’orto, impastiamoci il pane, prendiamo l’acqua dal pozzo e diciamo no al colesterolo, ai supermercati, a Benedetta Parodi e al nostro lavoro. In compenso potremo vivere con il sole in fronte, praticando l’amore libero nei campi e ammalandoci comunque, di stenti, nel giro di pochi mesi. Amen.

Potrebbero interessarti anche:

Party in ospedale: usavano l'idroambulanza per fare la spesa
Giornalismo choc: suicidio in diretta su Fox, in Italia anche Ilaria Cavo arrestata
Enrico Mentana e il “vaffa” in faccia a una signora del Movimento 5 Stelle
“Ti uccido, ti stupro, morirai affogata nella mia urina”. Minacce e foto di cadaveri nel pc di Laura...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*