Cronaca — 15 aprile 2013 23:12

Attentato alla maratona di Boston, città sotto assedio. Chiuso lo spazio aereo, allerta anche a New York

Di

Due esplosioni alla Maratona di Boston: tre morti e 64 feriti. Centinaia i visi insanguinati di persone trasmesse dalle breaking news locali. In città è già allarme rosso, tantissime le segnalazioni da parte dei cittadini in merito a sospetti pacchi bomba. Il capo della polizia locale durante la conferenza stampa di qualche minuto fa ha raccomandato alla popolazione di non uscire di casa o dagli uffici a causa del pericolo che starebbe correndo tutta la città, piombata in uno stato di allerta elevatissimo a causa di altre segnalazioni pervenute in diverse altre zone della città.

Altre esplosioni si sono susseguite alla JFK Library mentre un terzo ordigno, sempre nel percorso della maratona, è stato rilevato come inesploso. Secondo la Casa Bianca si tratterebbe di un atto pianificato e organizzato, il New York Post afferma che ci sarebbe già un presunto colpevole, al momento anche esso ricoverato in ospedale a causa dell’esplosione. Nel frattempo è stato chiuso lo spazio aereo sopra la città è sono notevolmente aumentati i controlli di sicurezza anche in quel di New York.

“This is a horrific day in Boston”, queste  le prime parole del Governatore Deval Patrick. La maratona, cominciata con il minuto di silenzio dedicato alla strage di Newtown è invece terminata con il fragoroso rumore di due bombe.
Aggiornamenti in corso.

Potrebbero interessarti anche:

Vince il concerto di Zucchero a Cuba e lì muore. Il tragico destino di Chiara
I pericoli del cibo "troppo fresco". A Treviso due bambini in fin di vita dopo aver mangia...
"Abbiamo diffuso il Cancro e l'Aids con i vaccini". L'intervista shock del Dott. Shorter e...
Anisakis: parassita mortale nei bastoncini di pesce, comprati al Carrefour di Genzano. Risarcimento ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*