Cronaca — 28 agosto 2012 14:01

Belluno: trova topo morto nel latte. L’azienda: “lo dimostri!” (Foto)

Di


Immaginate la scena: siete distesi a letto, magari è domenica. I raggi del sole filtrano dalle persiane della vostra stanza. Vi svegliate inebriati dall’odore di caffèlatte.
Poi aprite il brick e ci trovate un bel topo morto.
E’ successo a Ponte nelle Alpi, paesino in provincia di diosolosadove nel comune di Belluno.

Di ritorno dal supermercato, una donna ha aperto la confezione di latte appena acquistata. “La scatola emanava un odore nauseabondo ma usciva pochissimo latte – ha dichiarato la signora – così ho allargato la confezione e ho scoperto la carcassa del topo, in decomposizione ma ancora intero e riconoscibile. L’odore emanato era indescrivibile. Sono stata pervasa da un senso di nausea e disgusto mai provato in vita mia”.
Il roditore è quindi finito inscatolato insieme alla bevanda, un episodio raccapricciante immediatamente segnalato alla Cooperativa che gestisce la latteria produttrice.

Saranno subito corsi ai ripari, penserete voi. E invece no, solo nel tardo pomeriggio la donna è stata contattata per chiedere l’invio di foto che potessero documentare e provare l’accaduto. “Oltre al danno anche la beffa – dice la vittima – pensavo di ricevere almeno delle scuse e invece mi hanno chiesto solo delle prove. Dalla latteria (una famosa latteria altoatesina, ndr.) mi sarei aspettata più efficienza e cortesia. Adesso segnalerò il caso ai Nas”.

Una bella colazione da campioni, di quelle da leccarsi i baffi… magari del topo.

 

Potrebbero interessarti anche:

Famiglia sterminata, bimba nascosta sotto il cadavere della madre sfugge al killer e si salva.
Habemus Papam, fumata bianca a San Pietro. Ma chi è il nuovo Papa?
La macchina che trita gli animali, il video choc che ha sconvolto la rete: ecco come fanno gli hambu...
Kate Middleton: è nato il Royal Baby, è maschio e pesa 280 milioni di euro
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*