Cronaca — 9 novembre 2012 15:24

“Berlusconi mi paga 2500 euro al mese. Non sono una prostituta”

Di

Elisa Toti è una conduttrice, così almeno dice lei. Giusto per essere informati eh, dato che questo è un nome che nei prossimi giorni rimbalzerà da un quotidiano a un talk. Perché? Ma perché trattasi dell’ennesima olgettina del processo Rubygate.
Il processo che vede imputati Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti per la faccenda di Ruby e delle feste piccanti di Arcore ha tutti i riflettori puntati addosso, complici anche le star che sfilano dentro e fuori il tribunale manco fosse un red carpet. Ma veniamo ai fatti: Il Penefattore Silvio ha colpito ancora. Berlusconi cuore d’oro ha aiutato anche la Toti che – durante l’udienza – si è messa a fare la lista di regali e regalini ricevuti nel corso degli anni.

“Mi ha regalato una macchina, una mini, ha prestato una garanzia per l’acquisto di una casa e mi sta aiutando anche a pagarne la fidejussione”. E il meglio deve ancora venire…
“Ricevo 2500 euro al mese da Berlusconi, un aiutino. Come mi aiutava prima mi aiuta anche ora”. Ciumbia! Qualcuno arresti questa donna! Qualcuno vuole spiegarle che quello che lei chiama aiutino mensile equivale al doppio di uno stipendio medio di un qualunque italiano che si fa il mazzo prismatico tutti i santi giorni?! Ma per un’amica questo e altro. Un’amica storica penserete…

“Ho incontrato Berlusconi nel 2008 a Villa Gernetto grazie a un amico comune. La Minetti invece ad Arcore, era una ragazza nuova, non mi è stata presentata e non le ho parlato. Durante le serate ad Arcore non ho visto toccamenti o travestimenti, solo qualche ragazza in biancheria intima”.

Prima di lasciare un vuoto imbarazzante alla fine di queste parole, vi riporto l’ultima dichiarazione della Toti:

“non sono una prostituta”.

Potrebbero interessarti anche:

Beppe Grillo ha ucciso la mia famiglia nel 1981 e non vuole parlarmi. Parla Cristina, la figlia sopr...
Berlusconi e il voto di tasca, Bersani e Monti per la testa, I Fratelli d’Italia pensano al di dietr...
La vita di un grillino al parlamento: pranzi da casa al posto del ristorante e bici invece delle aut...
Arriva Kush, il separatette. Ansia da "seno moscio" e istinti omicidi
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*