Tv — 19 gennaio 2013 12:18

Bruno Arena dei Fichi d’India: aneurisma sul palco di Zelig, ora è in coma

Di

Bruno Arena del duo comico Fichi d’India, giovedì scorso, durante la registrazione della seconda puntata di Zelig (in onda lunedì), ha accusato un malore, si è accasciato sul palco, ed è stato trasportato d’urgenza in ospedale.
La notizia, trapelata ieri nei principali mezzi di comunicazione, si arricchisce oggi di ulteriori dettagli. A rompere il silenzio sono proprio gli autori di Zelig che ieri, in serata, hanno fornito spiegazioni di quanto accaduto.

Secondo quanto riferito, Bruno Arena avrebbe avuto un aneurisma, un’emorragia cerebrale. Operato immediatamente, attualmente sarebbe in coma, tenuto sotto osservazione. “Tutta la squadra di Canale 5 è vicina alla famiglia di Arena e manda un abbraccio e un in bocca al lupo a Bruno, sicuri di rivederlo al più presto sul palco” hanno dichiarato gli autori del cabaret più famoso della televisione, sottolineando la soddisfazione nell’essere tornati a lavorare con il duo dei Fichi d’India in questa edizione amarcord di Zelig.

D’altronde i Fichi d’India, all’anagrafe Bruno Arena e Massimiliano Cavallari, sono ormai una pietra miliare della comicità italiana (Natale in India, Natale sul Nilo, Matrimonio alle Bahamas, Buona Domenica, Scherzi a Parte, Il Dopofestival di Sanremo, Colorado, giusto per citare alcune delle loro partecipazioni). L’intera squadra di comici si è unita all’augurio per Bruno, augurio al quale ci accodiamo anche noi.

Torna presto a farci ridere. 


 

Potrebbero interessarti anche:

"Amici di Maria De Filippi": daytime cancellato. Ecco tutte le novità, 5 cose da sapere
Trovato Fabrizio Corona: si è arreso a Lisbona. Ecco le dichiarazioni della Polizia portoghese
Sanremo, classifica accolta dai fischi: primo Mengoni, secondi i Modà. Delude Chiara battuta da Anna...
Lutto in casa Griffin, muore uno dei protagonisti della serie. Ecco il video
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*