Dal mondo — 20 settembre 2012 13:18

Disperso per due mesi e mezzo nell’oceano, uno squalo gli salva la vita. Ecco la storia di Toakai

Di

OCEANIA: Toakai Teitoi è un pescatore di Kiribati. È già questo basta per abbassare di molto la sua credibilità.
In più, le dichiarazioni rilasciate all’agenzia AFP, gettano delle ombre sul suo stato mentale. Questo in breve quanto detto da Toakai: “Ho trascorso due mesi e mezzo alla deriva nell’oceano Pacifico fino a quando, l’ 11 Settembre, uno squalo di due metri e mezzo mi ha salvato la vita”.
La vicenda, a metà tra una puntata di Voyager e una di Sampei, ha davvero dell’incredibile.
Secondo l’Herald Sun, Taokai e il cognato, dopo aver partecipato a una cerimonia in quel di Kiribati (Oceania), stavano tornando nella loro isoletta di 20 anime nel bel mezzo della barriera corallina. Ovviamente in una barca fatiscente. Il viaggio sarebbe dovuto durare “solo” un paio d’ore ma Toakai e il cognato, forse perché cullati dalle onde o più probabilmente per una forma di narcolessia neanche troppo latente, si sono addormentati (una forma vicina al coma) salvo poi risvegliarsi ore dopo senza carburante e nel bel mezzo del nulla. Come se non bastasse, manco fossimo in film tv per la NBC, era calato il sole e una pinna di squalo cominciava a girare intorno la barca.

Il cibo non mancava ma, purtroppo non c’era nulla da bare. Passano i giorni e le settimane e la situazione si fa disperata. Il cognato di Toakai muore per disidratazione il 4 Luglio, mentre Toakai resta vivo e vigile (?) per un altro mese e mezzo. L’undici settembre la svolta: “Ho rivisto lo squalo girare insistentemente intorno a me” ha riferito il pescatore. “Dava colpi allo scafo e spingeva la barca. Mi ha trascinato fino a un peschereccio, vicino alle isole Marshall, dove sono stato tratto in salvo da alcuni pescatori che guardavano con il binocolo. Poi si è allontanato come se nulla fosse”.

Colpa del sole? Stato di shock? Che sia una mezza verità o una bugia almeno per tre quarti poco importa. La storia dello squalo buono riscatta anni e anni di terrore made in Spielberg. E questo vale tutta la storia.

Potrebbero interessarti anche:

Ragazzina di 13 anni inventa il lecca lecca che cura il singhiozzo. Oggi è ricca, guarda come…
Medicina choc: Thai non dorme da 39 anni dopo una febbre. Emma muore se dorme, ha la “maledizione di...
Obesi, sportivi, bevitori di birra: ecco chi sono le vittime preferite dalle zanzare (e chi invece s...
Quello con l'anguilla infilata nell'ano. I medici che lo operano se la ridono (VIDEO)
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*