Web — 17 agosto 2012 12:47

Ecco come sarà il nuovo Megaupload. Intanto Google penalizza i “siti pirata”

Di

Megaupload sta tornando, più forte, più potente, indistruttibile e perfino leggermente “più legale”.
A riferire la notizia è stato proprio il suo fondatore King Dotcom (no dico, ammazza che nome) che, su Twitter, ha cripticamente affermato: “so che tutti lo aspettate. Arriva. Quest’anno. Lo giuro. Piu’ grande. Piu’ capace. Piu’ veloce. 100% di sicurezza e indistruttibile”.
Il nuovo Megaupload si chiamerà Megabox, una boutique di musica online simile a Itunes che garantirà agli artisti il 90% dei diritti, pur aggirando le case discografiche.
Tutto questo sta prendendo forma nella sontuosa villa di Auckland dove l’FBI ha messo King Dotcom agli arresti domiciliari. Un udienza fissata per il prossimo Marzo metterà sotto esame la richiesta di estradizione presentata da Washington mentre le autorità neozelandesi hanno già provveduto a congelare beni e conti bancari di Mr. Megaupload.

Intanto continua la lotta di Google alla pirateria online. Il più grande motore di ricerca ha nuovamente modificato il suo super algoritmo segreto al fine di penalizzare la posizione di siti e directory contenenti film e brani pirata. La penalizzazione con conseguente declassamento avverrà a partire dalla prossima settimana e colpirà i siti web che hanno ricevuto più segnalazioni dalle major cinematografiche e discografiche. Un bel da fare considerando che negli ultimi 30 giorni ci sono state 4,2 milioni di segnalazioni…

 

Potrebbero interessarti anche:

Se muori per primo diventi famoso. Ecco "If I die", la nuova app Facebook
Il video della drag queen che si cuce la bocca con ago e filo. La protesta horror fa il giro del mon...
Il video virale della ragazza presa a padellate perché stona. Lei è l'idolo della rete
Ruth Iorio, travaglio e parto senza censura su Facebook e Twitter tra le polemiche: “immagini troppo...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*