Musica — 19 maggio 2013 12:52

Ecco la canzone più bella d’Europa. L’Italia di Mengoni solo settima VIDEO

Di

Molti di voi non lo sapranno nemmeno e qui in Italia, come al solito, non se l’è filato nessuno (meno di due milioni di spettatori, tutti a guardare Amici). Eppure l’Eurovision Song Contest è l’evento musicale più potente e atteso d’Europa (due amici ci riferiscono che ieri, a Barcellona, non si parlava d’altro mentre a Parigi erano tutti tappati in casa a guardare l’evento). D’altronde lo show merita eccome: un impianto scenico fenomenale e un clima solenne ricco di tensione. Ogni Paese d’Europa si esibisce con la canzone più bella dell’anno (il nostro rappresentante proviene sempre da Sanremo) e viene votato da tutti gli altri Paesi che mettono in atto una serie di strategie e alleanze che nemmeno in un torneo di Risiko.

Quest’anno, l’Italia era rappresentata da Marco Mengoni che, di verde vestito, ha cantato la sua “L’Essenziale” completamente in italiano e senza particolari frivolezze sceniche. Un’esibizione che ci ha fatto conquistare il settimo posto, una posizione di tutto rispetto ottenuta più per meriti geografici che artisti. Vi parlavo infatti prima di strategie e alleanze e, di fatto, le votazioni di ieri sera si sono basate principalmente su questo. Noi abbiamo beneficiato della generosità dei paesi vicini (Albania, Spagna e Svizzera ci hanno dato 12 punti) ma sono stati i paesi nordici i veri protagonisti della gara, sempre pronti a regalarsi il massimo a vicenda creando quello che oggi, nelle polemiche, è stato definito “block vote”.

A vincere è stata infatti la danese Emmelie De Forest con “Only Teardrops”. La sua vittoria rappresenta per il suo Paese la possibilità di ospitare l’Eurovision Song Contest l’anno prossimo (con tutti gli oneri e gli onori del caso). I paesi del nord restano quindi il colosso da battere e il festival, tenuto quest’anno a Malmo grazie alla vittoria di Loreen dell’anno scorso (la sua Euphoria, lo ricorderete, è diventata un mezzo tormentone anche in Italia), l’anno prossimo si sposterà solo di 30 km.
Ma torniamo al risultato di Mengoni che, comunque, è stato migliore di quello ottenuto da Nina Zilli l’ano scorso ma molto peggiore di quello di Raphael Gualazzi, secondo nel 2011. Ecco i video delle due esibizioni. Che ne dite?
PS: la vittoria del Festival significa massima popolarità in tutto il continente. Il video di Emmelie De Forest, solo stanotte, è stato visto oltre 3milioni di volte.

Potrebbero interessarti anche:

Classifica FIMI: Emma e Pink ancora in vetta. Cade Mengoni, precipita Annalisa. Torna PSY
Tormentone 2013: dai Daft Punk alle Lollipop passando per la sorpresa “Alfonso”. Sentili tutti
X Factor: Violetta vincitrice fino alla quarta puntata, poi Michele. Aba vicinissima. Ecco i numeri ...
Beyoncè sta diventando pesante: dal Formation Tour di Miami a Lemonade
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*