Cronaca — 16 marzo 2013 13:39

Fumata bianca alla Camera: il nuovo Presidente è Laura Boldrini, la terza donna della storia. Ecco chi è

Di

Sorpresona a Montecitorio: il nuovo presidente della Camera è di estrema sinistra (SEL), è una cinquantenne ed è la terza donna della storia dopo Nilde Iotti e Irene Pivetti. Laura Boldrini, classe 1961 è stata eletta con 327 voti e un fragoroso applauso come non se ne sentivano da tempo in Parlamento.
«Per noi responsabilità è cambiamento» ha motivato Pierluigi Bersani. «Continueremo ad avere atteggiamento di condivisione e reciprocità anche per le presidenze delle commissioni». Stessa logica anche per il candidato proposto al Senato, Piero Grasso. Ma sul comignolo di Palazzo Madama ancora nessuna fumata bianca.
Laura Boldrini diventa così il presidente della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana della XVII legislatura e va a sostituire il desaparecidos Gianfranco Fini. Ma chi è Laura Boldrini?

Dopo la laurea in Giurisprudenza nel suo curriculum ci sono la Rai (radio e tv) dove lavora come giornalista e l’ONU dove entra nel 1989. Lavora alla Fao per il programma alimentare mondiale come portavoce per l’Italia, poi diventa Portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR). Si occupa di flussi migranti e rifugiati, si mette in trincea nei luoghi di crisi e gira il mondo, dal Ruanda alla Ex Jugoslavia, dall’Iraq all’Iran passando per Afghanistan e Pakistan.
Riceve la Medaglia  Ufficiale della Commissione Nazionale per le pari opportunità, diventa Cavaliere della Repubblica ordine al Merito, vince un premio giornalistico alla carriera e diventa l’italiana dell’anno 2009 per Famiglia Cristiana grazie al «costante impegno, svolto con umanità ed equilibrio, a favore di migranti, rifugiati e richiedenti asilo».

Ma di tutto questo cosa ne pensa l’altra metà del Cielo, il movimento 5 stelle? «Prendiamo atto che abbiamo stimolato una scelta un pò più qualificata e di questo siamo contenti, è un buon segno. I nomi di Piero Grasso e Laura Boldrini non cambiano la nostra posizione, noi continueremo a votare per i nostri candidati. Se li votino loro» dice Vito Crimi, capogruppo al Senato del M5S.

Potrebbero interessarti anche:

Beppe Grillo ha ucciso la mia famiglia nel 1981 e non vuole parlarmi. Parla Cristina, la figlia sopr...
Consigli politici negli altoparlanti dei voli Ryanair: "votate Grillo". E' scandalo sui gi...
Berlusconi e il voto di tasca, Bersani e Monti per la testa, I Fratelli d’Italia pensano al di dietr...
Il cappio si stringe sul collo di Bersani. L'Università analizza i grillini: "sono un pò di des...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*