Dal mondo — 17 giugno 2013 18:19

Giostra impazzita: 39 persone bloccate in aria per 90 minuti. Scendono con le scale (VIDEO)

Di

E la montagna russa mi cadde… a fagiolo. In un momento come questo, in cui i parchi divertimento offrono ingressi gratis negli incarti dei gelati ed Enrico Papi presenta un quiz su una famosa giostra adrenalinica, l’ennesima notizia sul pericolo delle attrazioni da parco arriva come una mazzata sulle casse degli imprenditori del tempo libero.
Perché se il video dell’uomo che cadeva dalla giostra (guardalo qui) si è rivelato una bufala, questo delle montagne russe bloccate a mezz’aria è tutto vero.

Succedeva ieri, in quel di Londra, esattamente al Parco World of Adventures di Chessington. La giostra incriminata è il Rollercoaster Rameses Revenge, una sorta di altalena di dimensioni apocalittiche. La giostra in questione si sarebbe bloccata nel bel mezzo delle sue acrobazie, a sei metri d’altezza, con 39 persone urlanti a bordo.

I poveri disgraziati sono rimasti per un’ora e mezza in attesa trepidante (roba da infarto) fin quando, finalmente, sono arrivati i soccorsi. I vigili del fuoco hanno fatto scendere i clienti del parco con una scala mentre gli addetti ai lavori si scusavano dando la colpa al classico “problemino tecnico”. Un problemino che, personalmente, mi avrebbe fatto schiattare all’istante. E invece i giovanissimi di oggi, appena scesi dalla giostra impazzita, invece di cercare un defibrillatore hanno cercato una rete wifi. Bisognava scriverlo su Facebook.

Potrebbero interessarti anche:

Medicina choc: Thai non dorme da 39 anni dopo una febbre. Emma muore se dorme, ha la “maledizione di...
Mostro di Brooklyn: cominciano a spuntare le prime ipotesi sulla strana creatura ritrovata
Video: reparto del supermercato crolla addosso alle clienti. Lo scaffale precipita, salve per un sec...
Jacqui Beck, la bellissima diciassettenne inglese senza vagina. La sua storia
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*