Dal mondo — 27 aprile 2014 20:08

Il disastro dei palloncini di Cleveland. Un milione e mezzo in volo, poi la tragedia. VIDEO

Di

Oggi due Papi sono diventati Santi rendendo Roma e Città del Vaticano teatro di una grande festa vista da tutto il mondo. E poi c’è la notizia del disastro dei palloncini in una città a caso degli Stati Uniti. Di cosa potevamo occuparci se non di questo?
Per ragioni insondabili, in questa giornata metereologicamente ambigua come una canzone di Miguel Bosè, è venuto fuori un video (che in poco tempo è diventato virale) del 1986. Il video racconta il disastro di Cleveland (negli Stati Uniti ci sono decine di città che si chiamano così ma, come ogni notizia assurdamente tragica che si rispetti, ci troviamo in Ohio). L’idea di un’associazione senza scopo di lucro, United Way of America, era quella di battere un guinness dei primati per restituire dignità e fare della stupida pubblicità a Cleveland – doveCristohapersolescarpe – in Ohio. Di che record parliamo? Fare volare un milione e mezzo di palloncini nel cielo.
MA PERCHE’?

Si mettono all’opera centinaia di persone, si spendono soldi a palate come se non ci fosse un domani, si mobilità un’intera comunità che manco per le cause più nobili e alla fine si mette in piedi sto Balloonfest che – su questi presupposti – può benissimo essere celebrato negli anni a venire come la festa a stelle e strisce dell’infermità mentale. Tutto è pronto, la gente è in piazza e i bambini sono felici. Poi però si avvicinano dei cumulonenbi e non sia mai che la pioggia rovini la festa si anticipa tutto alle 13.50. I palloncini volano, giubilo sia in tutto il regno, e poi accade il disastro.

L’enorme massa di palloncini ad elio si scontra con un blocco di correnti fredde. I palloncini precipitano sulla città come una pioggia di locuste e i Testimoni di Geova sono lì pronti a metter su il revival delle piaghe d’Egitto. Si intasano le strade, i tombini, i fiumi, le riserve idriche. Una città ko che alla fine deve pure fare i conti con due morti, padre e figlio pescatori a cui non è stato possibile prestare il dovuto soccorso a causa dei palloncini. Le vedove e l’amministrazione mettono su una causa contro l’United Way of America e tutto finisce seppellitto da milioni di fazzoletti, scartoffie da tribunale e altri disastri.
Ora, sono passati 28 anni e ancora oggi, si spara a vista ai palloncini come fossero droni inviati da Al Qaeda. Bella Storia. Bravi. Complimenti. Ce Piace.

Gustatevi sto video inquietante con atmosfera festosa in salsa vintage. Che paura.

Potrebbero interessarti anche:

Mistero in Antartide: riesci a capire di cosa si tratta? Ecco la soluzione
(Foto Shock) Forti dolori allo stomaco, ragazza operata: aveva un chilo di pelo in pancia. The Times...
Storie da cani: polizia blocca carne di cane per ristorante. In Argentina topi dopati venduti come b...
Sepolto vivo esce da solo dalla sua tomba. Ecco il video shock
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*