Web — 31 luglio 2013 17:38

Il video della drag queen che si cuce la bocca con ago e filo. La protesta horror fa il giro del mondo

Di

Vi abbiamo già parlato degli eserciti di purificazione dei gay per mezzo di calci e urina e delle leggi antimosessuali di Putin che stanno gettando la Russia al centro delle cronache, soprattutto quelle che riguardano la violazione dei diritti umani. Oggi però, più forte di qualsiasi manifestazione, arriva un video di protesta che sta facendo il giro del mondo.
Si chiama Barbie Breakout ed è una drag queen di Berlino che ha deciso di esprimere tutta la sua rabbia e la sua indignazione verso i governi occidentali e il loro silenzio sulla situazione russa.
La nuova piazza si chiama Youtube ed è proprio nella piattaforma di video sharing, nel canale Barbie Breakout, che è approdato il terribile video di protesta.

Nel filmato che sta spopolando nell’Europa Centrale si vede Barbie Breakout prendere ago e filo per cucirsi la bocca. L’ago entra ripetutamente e il sangue cola solcandole il viso. All’inizio la drag queen è in silenzio ma alla fine del video, una narrazione in tre lingue (inglese, spagonolo e rumeno) spiega la violenza omofoba russa e la caccia all’uomo del governo Putin.

Il fimato, “Open Your mouth” (apri la bocca) è un invito disperato a farsi sentire, a smuovere le acque nell’immobilismo del silenzio che pervade la persecuzione russa. “Questo video nasce dalla disperazione” dice la drag queen.
Si tratta di un filmato sicuramente forte che, nonostante il contenuto non adatto a un pubblico particolarmente sensibile, noi sentiamo di voler condividere.

Potrebbero interessarti anche:

Se muori per primo diventi famoso. Ecco "If I die", la nuova app Facebook
La chiave di tutte le Password? Ve la dà Google
Le foto misteriose e incomprensibili che non capirete. Quando il trash è arte
Enrico Mentana ammazza Fabri Fibra: "morto in un incidente". Muoiono anche Banfi, Scotti, ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*