Dal mondo — 27 maggio 2013 10:39

Il video dell’uomo che cade dalla giostra: 10 giorni dopo arriva la verità

Di

Lo scorso 14 Maggio la rete dava forma a una delle più grandi paure della storia dell’adolescenza e delle mamme apprensive nel mondo: cadere da una pericolosa giostra. Accadeva in un Luna Park dell’Uzbekistan, la giostra si contorceva, saliva e si innalzava sempre più in cielo, girando vorticosamente su se stessa. Arrivata al punto più alto ecco il dramma: una figura si vede cadere nel vuoto tra le grida e lo sconcerto della folla. “Gravissimo l’uomo caduto dalla giostra”, “è morto“. La notizia rimbalzava praticamente dovunque, da TgCom a Il Messaggero. Il video dell’avvenimento si è moltiplicato su Youtube raccogliendo sempre e comunque migliaia di visualizzazioni e centinaia di commenti ansiogeni.

La giostra chiamata Jupiter viene realizzata da Fabbri Group. Lo stesso titolare dell’azienda, preoccupato per quanto accaduto, ha individuato il titolare del Luna Park e ha chiesto conferma. Nessun morto e nessun ferito. A cadere dalla giostra è stata una semplice giacca.
Effettivamente era qualcosa che si poteva chiaramente capire prima: vuoi perchè la velocità di caduta dell’oggetto è decisamente diversa da quella di un corpo a peso morto, vuoi perchè il Luna Park uzbeko continua ad accogliere centinaia di clienti ogni settimana.

Ma in fondo questa è una brutta notizia, è quello che – segretamente, nel nostro cuoricino – non volevamo sentire: addio storie da raccontare agli amici, momenti da condividere di fronte a un computer e paure segrete da alimentare con adrenalinica ansia.

 

Potrebbero interessarti anche:

Nesquik ritirato dal mercato: pericolo Salmonella
(Video) Esplode la vasca degli squali, tsunami dentro un centro commerciale
Palla di fuoco nei cieli del Sud Italia, migliaia di segnalazioni. Torna la paura meteorite
Topo gigante di 40 cm terrorizza famiglia svedese. Catturato a Stoccolma
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*