Web — 10 novembre 2013 16:50

Il video virale della ragazza presa a padellate perché stona. Lei è l’idolo della rete

Di

E ci si sente così, confusi, stretti a metà tra un’onda di divertente ilarità e una morsa di profonda tristezza. Io ho riso. Molto. Poi ho quasi pianto. Poi ho deciso che forse la adoro. Comunque lei va vista e va condivisa. Il mondo deve sapere, deve servire come monito. C’è questa tipa che fa l’ennesima performance di canto live da mettere su Youtube e finisce con delle violente percosse dalla madre che sembra Eddy Murphy nel Professore Matto.
Probabilmente siamo nelle favelas e lei è una truzza con l’espressione da telenovelas colombiana. Canta Alicia Keys ed è proprio dentro il personaggio. Inforca perfino gli occhiali da sole e fa tutte quelle mosse da nera dall’anima soul. Il resto lo vedete nel video qui in basso, basta cliccarci sopra.

La cosa che sconcerta non è tanto la foga con la quale la madre si lancia sulla figlia (io non vedevo un linciaggio del genere dal compleanno del nazista Erik Priebke), non è nemmeno la violenza con la quale brandisce la padella (siamo al limite dell’omicidio pretirintenzionale), volendo non è neanche l’esasperazione che si legge dietro questo gesto (la povera donna sarà stata esasperata dai vocalizzi continui della figlia). La cosa assurda è che lei il video in rete lo ha messo lo stesso. Sposami!

Ah, e se avete ancora voglia di scoprire altre personalità borderline che affollano la rete vi invito a non perdervi il video della ragazza che prende fuoco mentre balla. Così, giusto per gradire.
Ah, quanto mi piacciono i post della categoria web!

Potrebbero interessarti anche:

La foto del cane che sopravvive solo in acqua. Vale la sua vita
(Brutti) Fenomeni web: il video di Valerio Scanu nudo nella vasca. Le imitazioni trash diventano vir...
Ecco perchè questo video può rovinarti la reputazione
Il video virale della fermata del bus che vi lascerà senza fiato
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*