Web — 28 settembre 2012 21:24

iPhone5: impiegato fa cadere le scatole, folla in delirio. Su Facebook è il giorno dell’ipocrisia, ecco chi sono i finti moralisti

Di

Fate un esperimento: collegatevi al vostro profilo Facebook… ma che dico, siete già collegati! Andate in bacheca e guardate: oggi, un amico su 2 mostra la foto delle code dinanzi un qualsiasi App store per l’iPhone5, e poi si incazza.
Eh già, perchè siamo in tempi di crisi e se ti regali l’iPhone 5 sei un mantenuto, un figlio di papà, un privilegiato, un viziato, un pecorone! Tu, che la sera guardi “L’onore e il rispetto”, tu, che tanto torni indietro l‘iPhone 4 e paghi la differenza, sei una feccia. Roba da farti qualche mese di carcere, altro che Sallusti.
Come ti permetti a perdere il tuo sonno e il tuo tempo fuori da un negozio, non sai che in Spagna si scannano a suon di diritti civili? Sai che ti dico: ti odio! E già che ci sono mi fai pure un pò schifo. Il popolo ha parlato, e poi, manco a dirlo, si è moltiplicato, per lo stesso effetto “pecorone” di cui sopra, quello che tanto disprezzi…

Ora, caro amico, a te che hai fatto diverse ore di fila per accendere un telefono e, probabilmente anche un mutuo, va tutta la mia incomprensione. Non capisco. Non capisco perchè non potevi andare domani, magari con calma. Non capisco dove prendi questo pacco di soldi ma, buon per te. Non capisco perchè ti sei messo dinanzi la saracinesca alle 2 e 14 minuti, non sei a un concerto dei Nirvana. Oh, ma che dico. Io capisco sempre tutto.
La mela morsa è un Lovebrand e tu la difendi. Difendi i suoi valori e il suo mondo, perchè un pò e anche il tuo o, almeno vorresti. E poi lo fai insieme agli altri, stretti in un abbraccio di attesa e trepidazione, mentre si parla del più e del meno o, più probabilmente – visto che la matematica non è il tuo forte – di quel tronista palesemente gay o del fatto che “chissenefrega che le mappe non funzionano tanto l’aifon è figo lo stesso”. Amico, se questo rende la tua giornata migliore e il tuo umore felice, hai fatto bene. Se la tua felicità costa 800 euro, e sia! Io ti invidio, perchè ho passato un giorno a lavoro e non ho comunque i soldi per comprare il supercell. Di certo non sono stato in Spagna a protestare e, sai che ti dico, nemmeno il tuo amico criticone, quello che si incazza su Facebook, sarà in piazza a cercare lavoro e diritti.

Comunque è deliro. E questa meravigliosa candid camera ne è la conferma. Guardate le facce di coloro che vedono il proprio sogno cadere per terra…

Potrebbero interessarti anche:

Scopre su Facebook la morte della figlia. Madre sotto choc: "l'avevo sentita poco fa"
Le foto misteriose e incomprensibili che non capirete. Quando il trash è arte
Quella che ammazza il suo cane per i One Direction e mette la foto su Twitter
Facebook Search FYI: il social introduce il motore di ricerca e sfida Google. Le notizie le fanno i ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*