Dal mondo — 8 settembre 2012 11:38

La nonna che partorisce la nipote. Gravidanza choc negli Usa

Di

Fare figli sembra la cosa più facile del mondo. Insomma, basta giusto qualche “giro di giostra”, una bella sudata di… mezz’oretta (?) e BAM! Nove mesi dopo hai la tua Giulia, o il tuo Marco, o i tuoi Giulia e Marco, o i tuoi Giulia, Marco e Sabrina (potrei continuare all’infinito).
Nell’era della sterilità da stress e delle onde elettromagnetiche, fare arrivare primo uno dei tuoi piccoli spermatozoi non è così semplice. Come se non bastasse, aumenta esponenzialmente il numero di donne colpite da “malori” di ogni sorta all’utero o alla cervice. Quella che sto per raccontarvi è una storia anomala, che comincia nel peggiore dei modi per poi arrivare al sospirato lieto fine. Inforco gli occhiali e mi do un tono alla “C’è posta per te”…

Siamo negli Usa ed Emily Jordan, 29, dopo un controllo di routine, scopre di avere un tumore alla cervice. Controlli, analisi, prelievi si susseguono quotidianamente fino a che, prima di sottoporsi a un’isterectomia, alla Jordan viene comunicato di essere incinta. A quel punto si apre un bivio, solo due scelte: tenere il bambino ma rischiare di morire o perdere il bimbo per sottoporsi all’operazione. Che fare? Emily e il marito Mike decidono per la seconda ipotesi: l’operazione salvavita che comprometterà per sempre la possibilità di avere dei figli.

Ed ecco arrivare il colpo di scena, la variabile che trasforma questa storia da “drammone familiare” a “colossal di fantascienza”. Cindy Reutzel, 51 anni, madre di Emily, le propone di sostenere la gravidanza al suo posto. “Si può fare” confermano i medici, “basta espiantare l’ovulo di Emily (fecondato con lo sperma di Mike) e impiantarlo, nell’utero di Cindy”. Così, come fosse una porzione di sofficini ai funghi che passa da un microonde a un forno a gas.

Nove mesi e diversi check up piscologici e terapie ormonali dopo, Cindy partorisce la nipote, la figlia di Emily che oggi sta bene. “Questa è la continuazione di quello che mia madre ha sempre fatto per me” ha dichiarato la donna all’Associated Press. “E cioè assicurarsi che io potessi vivere la migliore vita possibile”.
Immaginate però il casino quando la piccola chiamerà “mamma”…

Potrebbero interessarti anche:

Sony Awards: si cerca la foto più bella dell'anno, in gara anche 4 italiani. Ecco i 10 capolavori de...
7 alimenti che non vorrete più mangiare. Dallo yogurt alla fragola al formaggio grattugiato, scopert...
Sepolto vivo esce da solo dalla sua tomba. Ecco il video shock
I selfie delle star irriconoscibili: da Nicki Minaj senza trucco alle tette di Mariah Carey
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*