Tv — 28 settembre 2013 12:49

La rabbia di Belen per il ciuccio di Santiago. Deliri di un’argentina

Di

Questa è la storia di Belen Rodriguez e di un ciuccio. Un nome proprio e uno comune di cosa che, nella stessa frase, suonano come promesse ad alto tasso erotico e che invece non fanno altro che raccontare l’ennesima disavventura mediatica di Belen, Santiago e i social network.
Ora, lamentarsi dell’attenzione che i social network ti danno quando non fai altro che postare foto ogni 13 minuti del giorno e un po’ come passarsi una mano tra le chiappe e poi dire che puzza. Belen Rodriguez ha forse una personalità bipolare?

Succede che la soubrette argentina dopo aver raccontato tutto del suo matrimonio, postato foto dell’abito, scatti del riposino pomeridiano con Santiago, del bagno in piscina, di una cena in famiglia, del nuovo vaso in salotto e di altre centinaia di scatti che possono si tranquillamente archiviare sotto la voce “cazzi tua”, alza la voce e si infuria come una faina con quelli di Social Channel, un sito che fino a poco tempo fa gestiva una vecchia conoscenza, Fabrizio Corona (arieccolo).

Leggi anche: TUTTE LE FOLLIE DEL MATRIMONIO DI BELEN: LE BALLERINE IN REGALO, LE CREPES ALL’ALBA, I TELEFONI SEQUESTRATI E IL NO DI MARIA.

Quelli di Social Channel mettono in vendita il ciuccio coi baffi che Santiago sfoggia su Instagram un giorno si e l’altro no promettendo, tra l’altro, che il ricavato delle vendite verrà devoluto in favore di bambini meno fortunati. E cosa fa Belen? Si inalbera come se quelli di Social Channel avessero messo in vendita un campione delle sue analisi delle urine.
Belen piazza la sua arringa, ovviamente su Facebook, manco a dirlo: “Sfruttare il nome di mio figlio per commercializzare prodotti e trarre guadagno è squallido.. Queste persone non hanno nulla da fare se non vivere sulle spalle degli altri”.
Immediata la replica di Social Channel…

Nessuno sta usando la potenza mediatica di tuo figlio, una potenza che per altro hai creato tu stessa postando continuamente foto del bambino sui social network. Si’ Belen, le foto le metti tu, noi non abbiamo fatto altro che creare un idea spiritosa per cercare di aiutare quei bambini che nella vita hanno avuto meno fortuna di altri, solo poter donare un sorriso a chi l’inglesina non puo’ neppure averla!“.
Sapete, in tutta questa storia di Belen e succhiotti, qual è la cosa più assurda? Che un ciuccio costi 25 euro!

Potrebbero interessarti anche:

The Voice: prima puntata. Buoni gli ascolti, la Carrà e i vocal coach cantano "Viva la Vida&quo...
Morgan ricoverato in ospedale. "aggressivo e confuso"
Uomini e Donne gay: Valerio Pino il primo tronista da Settembre
Canale 5 "butta via" Amici. Il talent in un'altra rete e senza la De Filippi. Ecco i detta...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Un commentu su “La rabbia di Belen per il ciuccio di Santiago. Deliri di un’argentina

  1. caterina on said:

    Deliri di una argentina ?????? può piacere o meno ma direi che Belen ha tutte le ragioni del mondo!
    perchè se qualcuno usasse la foto di tuo figlio/a e senza la tua autorizzazione, per scopi commerciali saresti contento ?tutti abbiamo foto su facebook ma questo non autorizza nessuno a prelevarle per propri scopi commerciali e ti prego non credere alla favola della beneficenza ….la beneficenza si fa con i propri mezzi e non con bimbi di altri e senza il consenso dei genitori …sia che si chiami Belen che Carmelina .Social Channel la conosciamo già da un pezzo , pure sul papà ha speculato ,venderebbe pure la madre per fare soldi , ma li facesse sulla propria pelle a nessuno fregherebbe nulla

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*