Cronaca — 6 maggio 2013 18:55

L’archivio dei segreti di Giulio Andreotti: 3500 faldoni che potrebbero far tremare. Ecco quel che si sa

Di

Giulio Andreotti è morto, e questa è la notizia che “il Divo” non potrà certamente tenere segreta. Per tutto il resto ci sono 3500 faldoni ritenuti di “interesse storico particolarmente rilevante” che, invece, di segreti potrebbero esserne pieni zeppi.

Trattasi di documenti, lettere, interviste, fotografie e materiali cinematografici che Andreotti avrebbe collezionato nel corso del tempo. All’interno, per quel che si conosce, ci sono testimonianze di rapporti tra occidente e Oriente (URSS, in particolare) ai tempi della guerra fredda ma anche immagini e documenti riguardanti storici bombardamenti e attentati, visite di politici esteri e molto altro ancora.

L’archivio è stato filmato dalle telecamere Rai nel 2010 e Tv7 è riuscita a mostrare le copertine di alcuni faldoni che contenevano parole generiche e non troppo esplicative come “ebrei” o “viaggio in Asia”.
Tempo fa, l’istituto Luigi Sturzo dichiarava quale onore fosse stato ricevere in dono il deposito dell’archivio ma sottolineò l’importanza di sezioni “particolarmente significative” tra cui quelle relative alla politica estera.

Nell’archivio a dirla tutta ci sarebbero anche immagini di Andreotti bambino, menù di ristoranti di tutto il mondo e biglietti di viaggi. Chissà che la maggior parte dei torbidi segreti e delle ombre che, spesso, hanno caratterizzato la vita dell’ex politico, Giulio non se li sia portati fin dentro la tomba.

Potrebbero interessarti anche:

Belluno: trova topo morto nel latte. L'azienda: "lo dimostri!" (Foto)
Oscar Pistorius uccide la fidanzata: era una sorpresa di San Valentino. Arrestato l’atleta
Berlusconi e il voto di tasca, Bersani e Monti per la testa, I Fratelli d’Italia pensano al di dietr...
Urina e calci: l'esercito nazista che "purifica" i gay. Ecco le loro trappole e i passanti...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*