Cronaca — 16 gennaio 2013 18:19

Lo sapevi? Pubblicità Kilokal censurata ben 5 volte. Nessuno ne parla, ecco perchè

Di

Chi non ha mai visto, letto o sentito uno spot di Kilokal in televisione? C’è chi saprebbe recitare lo slogan come un Ave Maria e chi ormai considera la tipa con la forchetta in mano un’amica di famiglia. D’altronde allo spot Kilokal non puoi sfuggire: se non sei tu a cercare lui, è lui che cerca te: quasi 9000 pubblicità in due anni (332 spot in Rai, 744 in Mediaset, 1188 a La7 e perfino 6711 su Tv Private) e in più ci sono le radio e i giornali (dai quotidiani come La Stampa ai tabloid come Gente per un totale di oltre 200 pagine). Centinaia di migliaia di bugie, almeno stando a sentire quanto dichiarato dall’Antitrust.

Secondo quanto riportato dall’autorevole Fatto Alimentare (lo stesso da cui abbiamo ripreso i dati di cui sopra) in poco più di 10 anni, le pubblicità Kilokal sarebbero state censurate ben 5 volte!
Nel 2002 Kilokal afferma che “basta una pillola per sconfiggere il grasso” e l’Antitrust condanna.  L’anno dopo si parla di “compressa del dopopasto in grado di sconfiggere le calorie in eccesso prima che queste si depositano sotto forma di grassi” e anche qui censura. È il 2004 quando il Giurì della Disciplina pubblicitaria ritiene ingannevole le affermazioni del nuovo spot (“Kilokal preso dopo i pasti riduce le calorie”). E poi ancora, nel 2010 cambia la formula ma non la sostanza: “Non rinunciare al piacere della tavola! Kilocal, preso dopo un pasto abbondante, riduce le calorie e sgonfia la pancia”, l’Antitrust censura di nuovo.
Dunque, o il copywriter della Pool Pharma ama giocare con la sintassi o è un produttore seriale di michiate.
Perché se è vero che sbagliare è umano ma perseverare è diabolico, venire censurati per 5 volte dicendo sempre le stesse cose rasenta la follia.

Già, 5 volte, perché l’ultimo stop è di quest’anno. Il nuovo prodotto, Kilocal Armonia donna, promette di ridurre il desiderio, le vampate e aiuterebbe a ritrovare equilibrio e armonia nella coppia. Tutte frasi non dimostrabili, promesse prive di fondamento, proprietà che – come dice l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria – esulerebbero da quelli riconoscibili al prodotto. Insomma, storielle inventate.

Ma nessuno ne parla, gli editori si azzittiscono, i media fanno spallucce e le fonti di informazione web se ne infischiano alla grande. Come mai? Beh, 9000 spot in due anni significano tanti bei soldini nelle casse degli editori di cui sopra. È il mercato bellezza e le regole del denaro non hanno regole. Per fortuna che c’è il Fatto Alimentare, a cui noi ci associamo alla grande.
A tutti i direttori di rete, giornali e radio una bella scatola di Kilokal in omaggio. Consegna immediata.

Potrebbero interessarti anche:

Proposta di matrimonio choc: finge la sua morte in un incidente. Lei lo vede in una pozza di sangue ...
Gli eredi di Andreotti pretendono liquidazione da 1milione. Senato senza soldi: dobbiamo rilanciare ...
Radio Maria e i soldi chiesti alle donne prima di morire: “devolvici la tua eredità”
Kate Middleton: è nato il Royal Baby, è maschio e pesa 280 milioni di euro
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*