Tv — 21 gennaio 2013 18:53

L’overdose e il milione di euro: Le Iene banchettano sul cadavere di Sara Tommasi. Intervista choc sul set a luci rosse

Di

Alla fine ce l’hanno fatta. Con una settimana di ritardo rispetto al debutto, Le Iene hanno mandato  in onda, ieri sera, il servizio dedicato a Sara Tommasi. L’ennesimo.
Così, ancora una volta, eccoci tutti a qua a mangiare dallo stesso piatto. Un piatto sporco.


Il caso Tommasi non accenna a perdere interesse e, così, eccovi lì a scandagliare i meandri di Google, nel buio della cameretta, con in mano il vostro…cuore.
Già, cuore in mano. Probabilmente è per questo che il termine “sara tommasi film a luci rosse” è ancora oggi uno dei più cercati in assoluto su Google, per la compassionevole pietà che proviamo verso la povera Tommasi. È per questo che Sabrina Nobile si è recata sul set dell’ormai celeberrimo “Sara contro tutti”, per parlarle, col cuore in mano, e capire cosa accadeva nella testa della bocconiana showgirl (e badate bene che per bocconiana intendiamo dire laureata alla Bocconi).

Il video andato in onda ieri sera non è ironico e non fa ridere. Volete un filmato irriverente in pieno stile Le Iene? Non lo troverete. C’è solo una ragazza evidentemente poco lucida che risponde in modo confuso a delle semplici domande (“Va tutto bene?”, “Bene mangio tutta la pappa. “A chi ti ispiri per questo film?”, “la cavalla sanguinosa”). Parrucca bionda in testa, in un fermo immagine che ormai abbiamo imparato a conoscere bene, la Tommasi racconta di aver rischiato la vita 4 volte per overdose: cocktail di anfetamine, coca ed LSD, solo perché “la divertiva”. Ma sono tutte scene di un film già visto e che una ragazza possa perdere soldi, salute e dignità ammettendo, in un modo tanto trasparente quanto divertito, di essere una drogata, non ci fa mica più effetto.

L’intervista poi fa un salto temporale in avanti. Torniamo ai giorni nostri, la Tommasi è più in carne e racconta, col senno di poi, di aver girato il film per soldi e di aver guadagnato – con le sue prestazioni “professionali” – circa un milione di euro. L’effetto è quello prima/dopo di una pillola per dimagrire, si rischia di rimanere intrappolati in un deja vu di televendite dalla sigla martellante.

Solo che qui non c’è nulla che resta “24 ore in funzione”, nessun miracolo della medicina.  C’è solo una tipa con la parrucca bionda che ride e dice: “Mi sono stradrogata. Questo film racconta della mia voglia di sesso” e un’altra, in carne e con l’occhio spento, che si consola: “sono ricca, ora posso permettermi il lusso di innamorarmi di un pezzente”.

Potrebbero interessarti anche:

Marco Carta: lavoro negli Usa e concerto con Emma e Alessandra. Ma le fan…
Pechino Express 2: Savino frega il posto a Emanuele Filiberto?
Belen smentisce le notizie sulla sua gravidanza: “smettete di dire cavolate, Non sono in clinica!”
X Factor, quarto live. Roberta Pompa e Street Clerks eliminati nell’Hell Factor. Michele ipoteca la ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*