Tv — 6 gennaio 2013 17:45

L’X Factor di Britney Spears arriva su Sky. Da domani sera l’edizione dei record anche in Italia ma Britney viene licenziata

Di

Avete idea di che macchina da soldi è stata X Factor per Sky Uno?
Chiara Galiazzo sparava un acuto? +324% sugli ascolti.
Morgan beveva da una lattina? In alto gli investimenti pubblicitari.
Così, conti alla mano e milioni di euro nelle tasche, il canale Sky che più di tutti disegna la linea editoriale della piattaforma, ha spremuto la vacca a più non posso: una puntata in più per la finale, qualche speciale, un film sulla trasmissione, la serata dei videoclip, le canzoni sul ghiaccio, mancava solo che i cantanti si mettessero a farcire tortellini per X Factor in cucina e si chiudeva il cerchio.
Ora che le luci sul palco si sono spente e gli applausi si fanno più lontani, Sky Uno rilancia con la versione americana e, domani, in una delle serate più competitive per la tv, il lunedì sera, trasmette l’ultima edizione di X Factor Usa. E che edizione…

Il capitolo americano del talent con la X ha fatto discutere per la presenza dietro il banco dei giudici di Britney Spears. Miss Baby One More Time è passata al guinnes dei record grazie ad un contratto da 15 milioni di dollari che le è valso il titolo di personaggio televisivo più pagato (record che prima apparteneva a Jennifer Lopez, giudice di American Idol).
Ma d’altronde Simon Comwell e i produttori del programma avrebbero fatto di tutto per migliorare le sorti di un talent show che, oltreocano, soffre fin troppo la concorrenza dei competitor, uno su tutti The Voice. Ma la carta Britney Spears si è rivelata vincente?

Con un bouquet di espressioni improbabili, uno spietato piglio da nazista intransigente, una serie di commenti lapidari della durata massima di 25 secondi e nemmeno l’ombra di una performance, la Spears non ha convinto e gli ascolti non sono volati alle stelle come previsto. Secondo alcune indiscrezioni i producers non sarebbero affatto intenzionati a rinnovare il contratto di Britney: “c’erano molte aspettative e abbiamo ricevuto solo qualche mezzo applauso” si legge in una nota.
Insomma, la Spears sarebbe sull’orlo del licenziamento ma, niente paura, nessuna cassa integrazione per la donna più pagata del 2012 (e viste le vendite di Scream and Shout, il singolo con Will.I.Am che sta spopolando in tutto il mondo probabilmente pure del 2013).
Ma torniamo allo show.

X Factor Usa è comunque un bellissimo spettacolo: le voci sono degne di nota, l’impianto scenico è incredibile (provate a moltiplicare Luca Tommasini per tutti gli zeri di una produzione della Fox) e il premio finale è enorme: 5 milioni di dollari, quello che basta per lanciare un cantante nelle classifiche di tutto il pianeta.
Ma a proposito di classifiche: che fine ha fatto la vincitrice della scorsa edizione, Melanie Amaro? Il suo album uscirà solo quest’anno, perchè ad X Factor Usa, contrariamente all’edizione italiana, non si ha paura dell’effetto dimenticatoio. Chissà se questa si rivelerà una scelta vincente. Quando sentirete un brano di Melanie alla radio fatemelo sapere, intanto ascoltate le voci di quest’anno da domani sera, in prime time, su Sky Uno.

Melanie Amaro, vincitrice X Factor Usa 2012

Potrebbero interessarti anche:

Spongebob è gay. Serie messa al bando
Presentato il nuovo X Factor: dall'applausometro social ai baby cantanti. Ecco tutte le novità
Trovato Fabrizio Corona: si è arreso a Lisbona. Ecco le dichiarazioni della Polizia portoghese
Pechino Express: ecco i vincitori (ANTEPRIMA)
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*