Cronaca — 7 ottobre 2013 17:00

“Mi piace violentarti”. Poliziotti abusano di una detenuta e lei li incastra con un registratore nello stivale. “Io la vojo violentà”

Di

“Mi piace violentarti!”. Una frase che non lascia troppo spazio a vari fraintendimenti. Mi sale su il catarro come un vecchio dell’ospizio “Anni lieti” a sentire queste frasi. Immaginate poi quando queste parole vengono pronunciate da dei poliziotti, coloro che questi tipi di atteggiamenti dovrebbero essere pronti a condannarli e punirli.
Accade a San Basilio e la vittima è una ventiseienne cubana detenuta agli arresti domiciliari dopo la condanna per un giro di prostituzione messo su col marito. I poliziotti in questione, l’assistente capo della Polizia di Stato Sandro Contardo e il collega Alessandro Stronati, sapevano dove abitava ed erano lì per fare un controllo.
La donna però non ci vede chiaro, anzi, ha paura di quello che può succedere. I due poliziotti bussano alla porta di casa sua scherzando e facendo battute a sfondo sessuale. Quella sera del 2 Giugno è già mezzanotte passata e i due ribussano alla porta. Prima di aprire, la ragazza attiva un piccolo registratore vocale che nasconde in uno stivale sotto al letto. Il resto è registrato.

«Sandri’ io la vojo violentà!» dice uno dei due. «Mi piace violentarti» le dicono. Pochi minuti di registrazione  serviti a incastrare due agenti del Commissariato di San Basilio, finiti in manette con l’accusa di violenza sessuale. I due abusano della donna, poi se ne vanno bollando il tutto come “una scelleratezza, una stupidaggine” e intimandole di tenere la bocca chiusa.
“Le solite mele marce” si legge sui forum. Ma stai a vedere che, da quello che ci fanno vedere “Le Iene” e quello che leggiamo nei giornali, pare di essere dinanzi a uno di quei frutteti della Valfrutta, altro che sporadiche mele marce.
Poliziotti, forze dell’ordine, parlo con voi, quelli seri, professionali e a cui ci affidiamo: aprite gli occhi! Una bella spruzzata di battericida sulle mele marce no?

 

Potrebbero interessarti anche:

Tablet a un euro, panico in un centro commerciale: risse, feriti e un'ambulanza (VIDEO)
I Grillini hanno salvato la faccia e B. trema. Elezioni presto o si va in malora
Morto Little Tony, combatteva con un tumore alle ossa. I saluti dei colleghi
13 anni di botte da Massimo Di Cataldo. Dopo le foto shock dell' aborto su Facebook, oggi risponde i...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*