Tv — 2 marzo 2013 11:35

Miriana Trevisan, la mafia e la vita sotto scorta. Cosa c’entrano assieme?

Di

Lontani i tempi in cui la bella Mirian Trevisan se ne andava in giro davanti a un tabellone in cerca della “O” di Otranto (a proposito che di voi saprebbe dirmi, senza cercare su Internet, dove diavolo è Otranto?). Dopo aver riempito un curriculum in cui è possibile annoverare mesi a spaccare cocchi e un matrimonio con Pago (lui si che spaccava i cocchi con la canzone “Parlo di te”), la Trevisan ha trovato l’amore, una scorta e le indagini dell’antimafia. Non si tratta della nuova fiction con Gabriel Garko ma della vita reale. Vita reale che, sempre più spesso, comincia su Twitter…

La showgirl si era infatti avvicinata all’ex consigliere regionale di Sel, Giulio Cavalli, proprio su Twitter perchè – così si dice – era vicina alle sue idee politiche. Tra i due è sbocciato l’amore ma la Trevisan, oltre a un fidanzato, si è ritrovata anche la scorta fuori casa. Il consigliere (che mi è anche attore e regista) ha infatti ricevuto diverse minacce dalla mafia e, per questo, da anni, vivrebbe sotto scorta.

Cavalli, tra l’altro, avrebbe ricevuto pallottole imbustate e minacce non per il suo ruolo di consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà ma per quello di attore in una tournée di spettacoli dedicati a Peppino Impastato.
La Trevisan ha spiegato ad un famoso settimanale quanto sia difficile abituarsi alla vita con la scorta ma, ha detto, “per lui sono disposta a correre qualsiasi rischio”. Perfino quello di non sapere dove si trova Otranto.

 

 

Potrebbero interessarti anche:

"Belen non ha più una lira". Rodriguez e Di Martino in crisi (economica)
Insetti e sangue: esorcismo shock in tv. La tv dei vescovi e le horror casalinghe
Da “Cucine da incubo” a “storie da incubo”. Ecco l’accusa sulla testa dello chef Gordon Ramsay
I Simpson e i Griffin insieme in una puntata speciale. Ecco la trama e la data della messa in onda
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*