Dal mondo — 14 febbraio 2013 14:33

Natasha Harris, la donna che è morta per la Coca-Cola

Di

Qui siamo decisamente al di là del classico “le bevande gassate fanno male”, un mantra banalmente ovvio, alla stregua di un servizio di Studio Aperto sul consumo di frutta e verdura ad Agosto. Qui si parla di decesso per Coca-Cola.
Le conferme sulla morte di Natasha Harris, neozelandese di 30 anni, deceduta tre anni fa, arrivano oggi: la ragazza è morta per aver ingerito quantità eccessive della famosa bibita.
Secondo la BBC, la Harris beveva fino a dieci litri di Coca-Cola al giorno ingerendo una quantità di caffeina doppia e di zuccheri undici volte superiore alla dose giornaliera massima. Un cocktail di sostanze esagerato che l’avrebbe condotta dritta dritta a un arresto cardiaco.

I familiari di Natasha, che lascia la bellezza di otto figli, raccontano di come la donna avesse sviluppato una dipendenza tanto eccessiva dalla bevanda da procurarle crisi d’astinenza simili a quelle provate dai tossicodipendenti. Per colpa della Coca-Cola, Natasha avrebbe perso i denti e si sarebbe procurata un’aritmia cardiaca.
Il medico legale David Crerar conferma la tesi e sottolinea la necessita di avere delle etichette sulle lattine dei principali soft drink in cui venga chiaramente dichiarata la pericolosità di caffeina e zuccheri.

Probabilmente, in un futuro neanche troppo lontano, vedremo lattine rossa rivestite di allarmanti pizzini neri, esattamente come si vede nei pacchetti di sigarette.
D’accordo, la Coca-Cola potrà anche causare dipendenza, ma non è il caso di puntare il dito anche sull’uso sconsiderato da parte dei consumatori? Insomma, probabilmente anche 10 litri di centrifugato di verdure provenienti dall’orto della Nonna non è che facciano scoppiare di salute.

Potrebbero interessarti anche:

Video: la balena che canta come un uomo. Biologi: "scoperta sorprendente"
Nesquik ritirato dal mercato: pericolo Salmonella
Arriva la dieta della masturbazione. Un dietologo detta le regole per dimagrire col “fai da te”. Ecc...
Australia: ragazzo sbranato da coccodrillo nel fiume maledetto. Gli amici sotto shock, erano li per ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*