Tv — 22 maggio 2013 18:38

Platinette e la sua esclusione ad Amici: “il programma è stato ucciso”

Di

Platinette proprio non ci sta e rivendica il suo scranno ammobiliato con box garage ad Amici tra le pagine dell’autorevolissimo Di Più. “Il vero motivo per cui non sono più ad Amici è perché Amici, come lo conoscevamo noi, è finito”. Ed io che pensavo che la causa della sua esclusione fosse dovuta ai toni urlati e sensazionalisti della dj, toni che la trasmissione – sia lodato il cielo – sembra aver voluto abbandonare quest’anno.
Insomma, Platinette conoscerà anche la biografia di Ombretta Colli a memoria ma, per quel che mi riguarda, le sue parrucche antisismiche, le uscite da arrapate verso i pettorali di Josè e le sue sfuriate contro i concorrenti mi mancano come un calcolo renale.

Secondo Platinette, Amici sarebbe diventato un mero programma di intrattenimento dove gli ospiti e i sermoni avrebbero riempito i tempi morti, prima occupati da momenti “più caratteristici” come le lacrime di Garrison, le liti tra Grazie De Michele e Luca Jurman e i discorsi della Celentano sul collo del piede.

Platinette afferma di comprendere Maria De Filippi e la sua voglia di rinnovamento verso un programma storico che dopo 12 anni andava svecchiato. “Per evitare che il programma lentamente morisse bisognava ucciderlo di proposito per farlo rinascere”. E pensate un po’, senza Platinette sono rinate anche le mie orecchie.

Potrebbero interessarti anche:

Francesca Cipriani in ospedale: "ho litigato con Lele Mora"
X Factor: il mistero del televoto “truccato”. Ecco perché “i voti tornano indietro”
Chi ha telefonato nel cellulare della De Filippi a Uomini e Donne? Ecco la chiamata in diretta di un...
Belen ha partorito: è nato Santiago, il primo bambino ad essere un hashtag prima della sua venuta al...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*