Cronaca — 7 settembre 2012 17:31

Proposta di matrimonio choc: finge la sua morte in un incidente. Lei lo vede in una pozza di sangue e dice si

Di

Una volta ci si inginocchiava. O al massimo si faceva trovare l’anello in un flut di champagne. Certo, c’era la sua componente di rischio e la storia è piena di rotule sconnesse e crisi di soffocamento. Roba da dilettanti per Alexey Bykov, uomo d’affari russo che, per chiedere la mano della sua Irina ha addirittura inscenato la sua morte. Non un semplice scherzetto da pacca sulla spalla e “che scemo che sei”, piuttosto una sorta di cortometraggio da restarci secchi.
Bykov ha ingaggiato truccatori, stuntman, figuranti e registi. La sua fidanzata, quanto meno, avrebbe dovuto contattare un buon legale. Ma vediamo come è andata…

Lui ha dato appuntamento a lei. Irina si è così recata sul posto e ha trovato un trambusto di cronisti e ambulanze. Al centro, una macchina ridotta in serie condizioni e di sotto, in una pozza di sangue, Bykov. Irina si è disperata, ha urlato e ha pianto per qualche minuto. Fino a che dall’ambulanza non è venuto fuori un medico con tanto di palloncini in mano. Bykov si è alzato e ha chiesto: “Mi vuoi sposare?”.

Una persona normale avrebbe quanto meno maledetto lui e la sua razza. Invece Irina ha sorriso e ha detto si. Quindi i due si sposeranno, dopo una buona tornata di sedute psicoriabilitative per Irina, s’intende…
“Volevo farle capire come sarebbe stata la sua vita senza di me” ha detto lo psicotico. “Sapeva che se me l’avesse chiesto in altro modo, in un modo banale, non avrei mai accettato” ha risposto la schizzata. Insomma, dio li fa e poi li accoppia. Ma la nota più sconcertante di tutta la vicenda arriva alla fine, con l’ultima dichiarazione di Bykov: “è l’ultima volta che fingo la mia morte”.

Per me è no!

Potrebbero interessarti anche:

Ecco i 10 personaggi che guidano il pensiero dell'Italia. Offese pesanti a Benedetta Parodi, Emma Ma...
UFFICIALE: Occhi, denti, batteri e non solo: ricercatori inglesi analizzano kebab e scoprono cosa co...
Roma: zingari giocano a pallone con un cucciolo di un mese, poi lo buttano nell’immondizia
Anisakis: parassita mortale nei bastoncini di pesce, comprati al Carrefour di Genzano. Risarcimento ...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*