Musica — 15 dicembre 2012 14:02

Sacerdoti pop: “Tiziano Ferro inneggia al male!”. La predica di Don Marra e il messaggio satanista di “Indietro”

Di

Vi ricordate Ozzy Osbourne che addentava un pipistrello vivo nel bel mezzo di un live? Ecco, per quanto non esistano parole per descrivere l’idiozia di questo gesto, possiamo inscrivere questa rara perla di spettacolo nell’ambito stereotipato della rockstar dannata e maledetta. Già, maledetto Ozzy!
Ora, immaginate Tiziano Ferro mentre canta una delle sue ballad strappalacrime. Riuscite a vederlo come il principe del male? Don Giulio Marra, sacerdote della comunità “Nuovi Orizzonti”, sì.
In una veglia tenuta a Bologna, a pochi metri di distanza dal concerto di Marilyn Manson e Rob Zombie, Don Marra ha voluto parlare ai fedeli: “Essere satanismi è peggio di essere mafiosi o terroristi, perché nella vita si può sbagliare ma scegliere di adorare il male è l’errore peggiore”. E fin qui ci siamo, insomma, non potremmo parlare di sante parole, nonostante a pronunciarle sia stato un ministro di Dio ma, per lo meno, la sintassi regge tutta. Poi però Don Marra ha così proseguito: “Il rock è una musica dannata. Nelle canzoni dei Led Zeppelin, Pink Floyd, Hotel California, Eagles e Queen ci sono chiari riferimenti a tracce nascoste. Poi andate ad ascoltare Indietro di Tiziano Ferro, da lui non me lo aspettavo”.
Ma cosa vaneggia Don Marra, di che parla?

Qualche tempo fa, su Youtube, è apparso un video realizzato da uno di quei complottisti che trova il male dappertutto, dai Puffi a Topolino, passando per Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri. Il video in questione riprende una strofa di Indietro, pezzo di Tiziano Ferro, e la riproduce al contrario. Così, “No, non rivederti più se lontana non sei stata mai” diventerebbe “Grazie Satana lui mi tiene libero”. Certo ci vuole un bello sforzo di immaginazione dato, che nessuna di queste parole sembra definita e che la canzone cambia velocità continuamente. Potremo ascoltare “Indietro” all’indietro (un altro messaggio?) a tutte le velocità di questo mondo e trovarci una ricetta della Parodi, un versetto del Corano o il terzo segreto di Fatima. Se poi pensiamo che “Indietro” è una delle poche canzoni non scritte da Tiziano Ferro ma da quell’altro signore oscuro di Ivano Fossati, il gioco è fatto.

Dubito fortemente che Don Marra passi i suoi pomeriggi in sacrestia ad ascoltare buona parte della discografia italiana al contrario, a caccia di messaggi oscuri. Mi chiedo quindi come mai i sacerdoti hanno sostituitola Bibbia con Youtube, e i grandi profeti con utenti del calibro di Soffiabolle (autore del video). Prima di ricoprire di illazioni un cantante, un’altra cosa che non mi pare rientri nella philosophy “ama il prossimo come te stesso”, forse è meglio capire di cosa stiamo parlando e verificare le fonti delle nostre notizie.
Se no ci sono sempre dei pozzi in Africa che aspettano delle braccia buone e misericordiose…

Potrebbero interessarti anche:

Sanremo: ci saranno i Negramaro e Annalisa Scarrone. Scopri chi parteciperà alla gara
Annalisa prepara il tour: la partecipazione sfumata all'Eurosong e il sogno di cantare con Elisa
X Factor: Violetta vincitrice fino alla quarta puntata, poi Michele. Aba vicinissima. Ecco i numeri ...
Sanremo 2015: cantanti in gara rivelati, ecco i nomi ufficiali
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Un commentu su “Sacerdoti pop: “Tiziano Ferro inneggia al male!”. La predica di Don Marra e il messaggio satanista di “Indietro”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*