Musica — 13 febbraio 2013 00:30

Sanremo: Chiara Galiazzo insiste sul tango ma non funziona. “L’esperienza dell’amore” è la più grande occasione sprecata della serata

Di

Chiara Galiazzo chiude il Sanremo di X Factor aperto da Marco Mengoni e, dopo una bella toccata di ferro (per tutti è una delle favorite alla vittoria) presenta i suoi due brani firmati da nomi del calibro di Zampaglione dei Tiromancino e Bianconi dei Baustelle. A scommettere su di lei grandi nomi della musica italiana e perfino un intero network, Sky, che ha trasmesso, fino a qualche ora fa, il docureality “Semplicemente Chiara: da X Factor a Sanremo”.
La Galiazzo, che fino a qualche settimana fa condivideva il palco di X Factor con illustri sconosciuti del calibro delle Donatella o di Cixi, oggi appoggia le labbra nello stesso microfono sanremese di illustri sconosciuti del calibro di Maria Nazionale e Marta sui Tubi.
Entrata impacciata, outfit in pieno Galiazzo’s style, carattere vocale da vendere. Chiara è già un personaggio. Ma veniamo ai pezzi…

L’ESPERIENZA DELL’AMORE
Secondo il Messaggero si tratta di una canzone “pallida”, per il Giornale è un testo perfetto dove Chiara esprime al massimo la sua voce. Per quanto mi riguarda “L’esperienza dell’amore” è una ballata macinavoti che poteva permettersi di puntare perfino al podio e con un ritornello crescente ora vintage, ora moderno. Bella l’architettura strumentale con il trionfo di archi (anche se con una valanga di effetti sonori per certi versi risparmiabili), encomiabile la voce della Galiazzo che qui ritroviamo con il suo caratteristico modo di appoggiare le vocali, riconoscibile l’impronta di Zampaglione.

 

IL FUTURO CHE SARA’
Una canzone destinata a non farsi ricordare (contrariamente al trucco radioattivo sulle gote della Galiazzo). Il secondo pezzo, come di consueto, è quello più ritmato. Tornano i violini e le atmosfere da tango che Chiara aveva già usato nella sua versione di “The Final Countdown”, allora era una novità, oggi l’effetto è quello di già sentito. La strofa vuole evocare atmosfere che il ritornello alla Matia Bazar non riesce a confermare. Il testo, inoltre, non è uno dei migliori firmato Bianconi. La radio e le vendite mi smentiranno? Chissà…

Voi quale avete preferito?

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Marco Carta "schiaccia" il pulcino Pio. "Necessità lunatica" strizza l'occhio al...
X Factor: Le Donatella entrano in classifica col nuovo singolo. Prima Chiara, in radio vince Davide
Carmen Consoli: "è nato Carlo Giuseppe, sono una mamma felice!". Malelingue sul padre
Marilyn Manson, spunta la foto senza trucco. Irriconoscibile. Adesso recita in un telefilm
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*