Musica — 16 febbraio 2013 12:21

Ecco i video ufficiali di Sanremo Giovani: Maggio, Rubino, Ilaria, Blastema

Di

Sanremo: un ritornello martellante, un gioco di falsetti tanto in voga, un balletto semplice semplice, da gioco aperitivo. Primo Maggio, così come lo ha ribattezzato Luciana Littizetto, si porta a casa la vittoria di Sanremo Giovani ed entra quindi di diritto nell’olimpo dei Big. Una seconda grande vittoria nella carriera del giovane cantante dopo quella di X Factor.
Si, se la sua faccia vi sembrava familiare come quella di un cugino di secondo grado è perchè Antonio Maggio aveva già vinto la primissima edizione di X Factor con il gruppo degli Aram Quartet, salvo poi scomparire nell’oblio di contatti sbagliati, produttori senza scrupoli e opportunità perse. Dopo la grande X, quindi, arriva finalmente il momento del riscatto, ma non è certo il solo.

Anche Ilaria Porceddu può dirsi gonfia di rivalsa, e anche per lei un passato nel talent di Sky (all’epoca era su Raidue). La Porceddu, capelli lunghi e stesso visino d’angelo, si era fatta apprezzare particolarmente per la sua cover di “Oceano” di Lisa, salvo poi essere silurata dalla Maionchi, a poche puntate dalla finale, che con il suo “per me è no” l’aveva vista poco pronta.
La Porceddu ora si che è pronta. Il suo testo dal ritornello sardo è al limite del poetico, l’intensità del canto e il timbro sono celestiali, farsi scappare un brivido non è un ipotesi remota. Il suo pezzo, “In equilibrio” è stato tra i più votati da casa.

Che dire di Renzo Rubino, bravissimo interprete di un pezzo profondamente leggero? Il suo “Postino (Amami Uomo)” probabilmente meritava di più, ma, essere tra i favoriti – da sempre  - non paga. Nel frattempo il video della sua canzone continua a macinare migliaia di visite su Youtube e si piazza molto bene nell’airplay radiofonico. A lui il premio “Mia Martini”… buttalo via…

E infine i Blastema, oggettivamente bravi. Il loro pezzo, probabilmente, era quello con l’arrangiamento più interessante di tutto il Festival. Non è difficile immaginare per loro una collocazione discografica.
Insomma, le quattro canzoni dei giovani finalisti rischiano di oscurare seriamente i pezzi dei cosidetti big. Quattro bravissimi talenti che faranno strada e, come si direbbe alla fine di un gioco all’asilo Mariuccia o agli sgoccioli di una finale tra ragazze svampite: “bravi, avete vinto tutti”.


 

Potrebbero interessarti anche:

Miracoli d'estate: la finta ragazzina raccomandata da Bieber. Carly Rae Jepsen in tour con Justin
Justin Bieber vomita sul palco nel bel mezzo di un concerto. Piccoli ometti crescono...
Mengoni, primo su Itunes, va all'Eurofestival. La classifica sorprende: bene Malika e Gazzè, male An...
Marco Mengoni tra Cremonini e i Take That: esce l'album #prontoacorrere. Ascolta alcuni brani in ant...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*