Dal mondo — 27 giugno 2013 10:07

Si stacca una lastra di ghiaccio, turisti alla deriva nelle acque gelide dell’Artico

Di

La domanda sorge spontanea: ma come si fa ad andare in vacanza su una lastra di ghiaccio? Ditelo a quei pochi eletti che ogni anno scelgono il turismo artico canadese, un numero – seppur ristretto – in grande crescita. “Alla vostra destra potete ammirare del ghiaccio ma, ecco, guardate a sinistra quel gran pezzo di ghiaccio“. Così non c’è da stupirsi se ci si imbatte in alcune disavventure (sempre se disavventura è il termine appropriato per descrivere un’esperienza al limite della morte in cui l’infarto ti accarezza dolcemente per qualche giorno). Ditelo a quella ventina di turisti internazionali che, martedì scorso, sono andati alla deriva nelle acque ghiacciate sopra una lastra di ghiaccio di circa 50 Km.

I turisti, che si trovavano in un insediamento Inuit, sull’isola di Baffin, a circa 40 Km dalla baia artica, stavano effettuando una visita guidata con la compagnia Artic Kingdom Expeditions. Considerata l’enorme dimensione del lastrone di ghiaccio, i turisti ci hanno messo un bel pò per accorgersi di essere finiti alla deriva. Il lastrone di ghiaccio infatti si trovava già a 3.5 Km dalla costa. A peggiorare la situazione il fatto che insieme ai turisti nel lastrone ci fossero 10 cacciatori di balene che si traduce nell’abbondante presenza di queste ultime nelle acque dove i turisti navigavano.

Come nel peggiore dei film horror americani, i turisti hanno cominciato a gelare con l’avvicinarsi della notte. Le autorità locali non hanno mezzi e strumenti per controllare interamente quel vastissimo territorio disabitato ma, fortunatamente, alcuni aerei delle forze aeree canadesi sono riusciti a rintracciarli gettando loro del cibo, delle coperte e delle apparecchiature satellitari per non perdere i contatti.
Una disavventura che si è conclusa diverse ore dopo con l’approdo dei turisti alla terraferma. Come? Saltando da una lastra di ghiaccio all’altra. Nessun ferito per fortuna, così l’anno prossimo si potrebbe organizzare una bellissima vacanza, che so, nel bel mezzo dell’oceano Pacifico…

Potrebbero interessarti anche:

Scoop del Guardian: 70 bombe atomiche, 30 volte più potenti della bomba di Hiroshima, sono in Italia...
Un sasso? Un animale? Ecco cos'è la Pyura Chilensis, l'ultima scoperta tra le specie in natura
Crispy McBacon fatto in casa, un video spiega come farlo. Ecco perché non ci riuscirete mai
Le Barrette Kinder sono potenzialmente cancerogene: ecco l'allarme di Foodwatch
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*