Dal mondo — 6 luglio 2013 17:51

Sky prova pubblicità sui vetri che si trasmette dalle ossa: “è come se venisse dalla tua testa” – VIDEO

Di

Quando tempo fa si parlava di pubblicità subliminale, quella che al cinema ti invitava – tra un fotogramma e l’altro – a bere Coca Cola, si gridava allo scandalo. Oggi una nuova forma di comunicazione pubblicitaria a trasmissione ossea potrebbe rappresentare il nuovo demone del marketing a cui guardare preoccupati.
A sperimentarla è la Sky tedesca che, grazie alla nuova sperimentazione dell’agenzia pubblicitaria BBDO, potrebbe pubblicizzare le reclame della piattaforma satellitare addirittura dal finestrino di un treno.

Si chiama The Talking Window ed è stata presentata in anteprima al Festival della creatività di Cannes. Apparentemente si tratterebbe di messaggi pubblicitari udibili dai  finestrini dei treni ma in realtà c’è molto di più.Un trasmettitore, infatti, rilascerebbe oscillazioni ad alta frequenza in grado di essere convertite in impulsi direttamente dal cervello. Questo accadrebbe in fase di relax e i viaggiatori riceverebbero informazioni che invece di essere veicolate per via aerea arriverebbero per conduzione ossea. La pubblicità arriva al cervello senza passare dall’orecchio con l’impressione che il messaggio provenga dalla propria testa.

Se vi sembra un’allucinazione a metà tra Minority Report e Total Recall vi dico che si tratta di verità e il video qui in basso lo dimostra. “Violazione del riposo” gridano dal web. “Se fossi in quel treno vorrei prendere la finestra a colpi di bastone”.

Potrebbero interessarti anche:

Cina: a Wang spuntano due denti da vampiro, i medici brancolano nel buio
Sanità choc in Canada: prurito alla schiena, da tre anni aveva una lama conficcata. La storia di Bil...
Video: reparto del supermercato crolla addosso alle clienti. Lo scaffale precipita, salve per un sec...
Quello con l'anguilla infilata nell'ano. I medici che lo operano se la ridono (VIDEO)
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*