Web — 5 ottobre 2013 17:25

“Sono sensuale?”: le foto su Facebook con i tentativi più ridicoli

Di

Scorro noiosamente la bacheca Facebook quando incappo accidentalmente in una foto che attira la mia attenzione. E’ un collage di quelli maldestri, a sinistra c’è una ragazza in sovrappeso a destra una tipa in bikini fluo che sembra la sorella scema di Tania (la bambola rivale di Barbie). La didascalia è: “da così a così. Niente male eh?“. Beh siiii, niente male davvero però, cara amica di Facebook, sappi che se potessi premere un pulsante per far scomparire a caso una persona nel mondo quella saresti tu.
Ok, non nascondiamoci dietro un dito smaltato: tutte le nostre foto del profilo su Facebook sono finalizzate a farci apparire bene. Sensuali, strafighi, anche semplicemente accettabili senza quelle occhiaie in 3D, il brufolo sul labbro che ci tiene compagnia dai tempi delle medie e un colorito che sembra il pantone di cinquanta sfumature di beige.
Un semplice sorriso forzato come fosse il giorno del nostro compleanno o un tocco di Photoshop per eliminare il pelo delle ascelle potrebbe bastare e invece c’è gente che calca proprio la mano.
Io DICO NO e manco fosse una petizione per eliminare il nano dal Parlamento vi dico di diffondere il verbo e di umiliare in pubblica piazza questi tipi qui. Perchè se lecchi un copertone o fai la sensuale sopra il bidet quanto meno meriti una derisione pubblica quindi non ho altro da aggiungere se non le facce di questi qui come fossero dei pregiudicati e un sonoro ahahahahaha.

 

 

 

 

 

 

Fonte foto: BuzzFeed

Potrebbero interessarti anche:

Il virus che vi spia dalla fotocamera dello smartphone. Ecco PlaceRaider, scatta sequenze di foto si...
La ragazza che prende fuoco mentre balla. Il video virale gira la rete e i social la seppelliscono
Quella che ammazza il suo cane per i One Direction e mette la foto su Twitter
Il video virale del bar che vi lascerà senza fiato. Fate attenzione alla ragazza
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*