Tv — 27 ottobre 2012 17:06

Spot Coca-Cola con Simone Rugiati a rischio censura. La storia di Zoe spiega perchè la bibita ci ammazzerà tutti

Di

Avete presente lo spot della Coca-Cola “ceniamo insieme”? Quello con il videocuoco Simone Rugiati che, pensate un pò, a furia di correre a “Pechino Express” è finito in quel di Napoli. Tavola apparecchiata, cibi sani, bella gente e il tutto annaffiato da litri di Coca-Cola. Così, mentre i messaggi che lo spot voleva veicolare erano quelli di convivialità, tradizione e genuinità, le associazioni dei consumatori sono insorte al grido di “tutto falso, realtà illusoria”. Secondo il sito Net1 si sarebbe richiesta perfino la censura del suddetto spot. Ma come mai? Il motivo è semplice: la Coca – Cola fa male, e per male intendo dire “moriremo tutti”.

Secondo il Centre of Science in the Public Interest (CSPI)”Coca – Cola e Pepsi espongono, ogni anno, milioni di persone a una sostanza chimica che provoca il cancro”; trattasi del colorante marrone, il metilimidazolo Del4, talmente genuino da essere prodotto in laboratorio con l’utilizzo di ammoniaca. E non è finita qui: il beverone più buono del mondo provocherebbe inoltre affaticamento cardiaco, pressione alta, acidosi del sangue, e – soprattutto – dipendenza. Ditelo a Zoe Cross, una svitata che deve consumare 24 lattine di Coca – Cola al giorno. Tutto è iniziato quando lavorava in un fast food, poteva bere tutte le bibite che voleva, e così, questa 18 enne americana, oggi accusa tutti i sintomi da crisi di astinenza se non beve almeno 2 litri di Coca-Cola ogni giorno e tutti i problemi renali ed epatici se continua a bere.

Rugiati, perchè non chiedi a Zoe di cenare insieme?

Potrebbero interessarti anche:

Sanremo 2013: il vincitore è Marco Mengoni, dopo di lui Modà ed Elio. Ecco la cronaca della finale
Enrico Papi rischia il carcere. In pericolo il nuovo programma per Raiuno
Miguel Bosè lascia Amici. Il talent registra ancora e si porta avanti di due puntate. Ecco chi lo so...
Fox News manda un pene in diretta in mezzo a un dramma. Panico in studio (VIDEO)
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*