Dal mondo — 30 aprile 2013 18:39

Tenta il record è finisce in tragedia: muore appeso mentre attraversa un fiume coi capelli. La morte di serie B va in onda

Di

Esistono morti che vale la pena di mostrare in diretta? O meglio, la componente spettacolare di un decesso, la sua “inusualità”, il contesto in cui questo avviene, legittimano la trasmissione di immagini di morte? Pare proprio di si. È la stessa regola per il quale se un uomo viene picchiato in centro si preferisce non trasmettere le immagini mentre se viene morso da un castoro che recide un arteria con i denti allora è tutto lecito, sembra quasi Paperissima (è successo davvero).
Ecco allora apparire su tutti i più importanti portali di informazione il video della morte di Nath Roy, cinquantenne indiano.

Nath Roy era un poliziotto e se fosse stato ucciso da un narcotrafficante durante una sparatoria una coltre di rispetto e riverenza sarebbe piombata sulla vicenda, impedendo la diffusione delle immagini. Invece Nath Roy è morto a 183 metri di altezza, appeso per i capelli ad un filo metallico  mentre cercava di attraversare un fiume.
Nath Roy, che già in passato era stato certificato più volte come detentore del Guinness World Record (aveva spostato un treno, sempre con i capelli) era circondato da migliaia di persone che, in un clima di festa, guardavano l’esibizione assiepati in un ponte.

Le immagini che si vedono nel video che circola in rete vedono il povero Roy venire stroncato da un attacco di cuore. Prima con un sussulto di movimenti scomposti, poi con l’affrettarsi nell’arrivare alla meta e infine con l’immobilità del suo corpo penzoloni.
Il pubblico intorno a Roy è andato nel panico, qualcuno tra gli spettatori ha anche cercato di recuperare il corpo che, invece, è stato riportato a terra dai soccorritori, in un’operazione che ha necessitato di 45 minuti d’orologio. E se Roy avesse avuto bisogno di un aiuto immediato?
Noi scegliamo di non trasmettere le immagini del video perché a prescindere dalle condizioni e dal contesto, la morte è uguale per tutti e va trattata sempre con lo stesso rispetto. E una delle poche cose democratiche e paritarie che ci è rimasta.

Potrebbero interessarti anche:

McDonalds: bimbo rischia la vita per una patatina (video)
Cina shock: moglie abusata per mesi fa a pezzi il marito e lo bolle in pentola. La figlia la aiuta
Si schianta col paracadute e riprende tutto con la telecamera sul casco. La caduta live in un video
Il video di quello che cade sui carboni ardenti: panico dopo l'errore del fachiro
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*