Tv — 22 maggio 2013 13:15

Tv shock, scandalo in Danimarca: conduttore assaggia latte materno dal seno (VIDEO)

Di

Immaginatevi la scena: siete a casa, magari nel divano con vostra madre e il vostro fratellino più piccolo, davanti a un programma televisivo per famiglie, uno di quei talk alla Barbara D’Urso. A un certo punto, una bionda signora si alza la maglietta e resta con le sise al vento fino a che il conduttore, un omone nero a metà tra Puff Daddy e Vin Diesel, si dirige verso una delle poppe, ci si attacca con bocca e lingua e comincia a ciucciare. TRAUMA INDELEBILE!

La vita di molte famiglie danesi non è più la stessa da ieri sera. Colpa di Peter De Leeuw (jè possino), il conduttore di una trasmissione, rigorosamente in diretta, che ospitava alcune mamme intente a parlare di allattamento. Le signore, se ne stavano tranquillamente davanti alla camera 4, con i capezzoli attaccati a dei tiralatte. Tutti coloro che non hanno cambiato canale dopo questa scena tratta da “50 sfumature di grigio” o da un documentario sulle mucche si sono ritrovati davanti a una delle peggiori scene che la tv abbia mai conosciuto.

“Chissà che sapore ha il latte materno, è dolce?” chiede il conduttore. La bionda signora gli porge un biberon ma lui non ci sta e chiede se può assaggiarlo direttamente dal seno. L’atmosfera si fa bollente, parte una base sax ed entra una vecchia fotocopiatrice, la signora ammicca e lo prega di non farle male coi denti. Tutto il resto, cari perversi curiosoni, potrete vederlo di seguito nel video. Paura.

GUARDA IL VIDEO

Potrebbero interessarti anche:

Anticipazioni Amici: svelato il secondo giudice e i nomi dei ragazzi al serale. Intanto uno degli al...
Uomini e Donne a rischio chiusura. Parla Maria De Filippi: “Forse solo il trono over”
Ylenia, la prima disoccupata di Amici 2013. Nel frattempo ci sono i finalisti, eccoli
Lutto in casa Griffin, muore uno dei protagonisti della serie. Ecco il video
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*