Cronaca — 26 luglio 2013 20:42

Urina e calci: l’esercito nazista che “purifica” i gay. Ecco le loro trappole e i passanti applaudono (VIDEO)

Di

Un esercito di purificazione dei gay. Così amano definirsi Maxim Martsinkevich, (noto nelle comunità di estrema destra con il nome di “Mannaia”) e gli altri amichetti omofobi della falange neonazista russa. Un clima, quello del Paese, divenuto insostenibile che in termini di omofobia sta praticando violando ogni diritto umano. L’esercito di Martin recluta continuamente nuovi membri sul social network VK. L’inquietante soggetto appare in uniforme SS e racconta perfino di seminari che tiene in giro per il Paese. Il governo resta totalmente immobile e se si muove lo fa approvando con plausi l’iniziativa, seppur indirettamente. D’altronde la legge anti propaganda gay, varata da pochissimo, punisce anche con il carcere tutti coloro che parlano di omosessualità a un minore. Vladimir Putin, sommerso dalle accuse, risponde che “le minoranze sessuali in Russia sono perfettamente integrate”. Ma le cose sono molto diverse.

I nazisti di Maxim si definiscono punitori di gay e pedofili ( e il fatto stesso che entrambi vengano accomunati sotto la stessa categoria la dice lunga su quanto chiaro sia il panorama) e creano delle trappole letali per le loro vittime. Reclutano gli omosessuali su social network VK, fingendo di essere ragazzi interessati che cercano un appuntamento. Quando il ragazzo di turno si presenta però, viene costretto a dichiararsi in camera, riempito a calci e pugni e “purificato” con l’urina. I video finiscono puntualmente su Youtube.

Ma i pestaggi avvengono anche alla luce del sole, di fronte a decine di passanti che il più delle volte si lasciano andare ad applausi e pacche sulla spalla. Secondo quanto riportato da alcune fonti locali ci sarebbero già oltre 500 reclute dell’esercito della purificazione ma l’obiettivo di Maxim è quello di creare delle milizie in ogni città dello stato. Insomma, la caccia è aperta…

Potrebbero interessarti anche:

A Pechino non c'è più il sole: "peste dell'aria, non uscite di casa!"
Bersani in corsa per un modello siciliano a Roma. Due giorni per trovare la quadra
Non si fa fotografare, poliziotto la spinge in cella. Cassandra sfigurata, le ossa del viso rotte. V...
"Adolf Hitler è morto nel 1984 in Brasile, ecco la foto che lo prova". La dichiarazione sh...
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
ANNUNCI ARUBA MEDIA MARKETING

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*